“Ognuno bada agli affari propri e tira avanti. La risultante sola è il disastro. Perché la vita dello Stato è vita solo in quanto è concretazione dell’attività di tutti i cittadini coscienti ed operosi”. Così scriveva Piero Gobetti (Torino, 1901 – Parigi, 1926) in un passo del saggio La nostra fede. E, qualche riga dopo, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Segretaria nel lager: “Fu complice”

prev
Articolo Successivo

I partiti dei “singoli” finiscono per essere causa del disastro

next