Analizzando i dati di novembre, quando furono introdotte (dal 6) le tre fasce di rischio colorate, gli epidemiologi dell’Istituto superiore di sanità e della Fondazione Kessler hanno calcolato che nelle Regioni gialle il tasso di riproduzione di SarsCov2 Rt è sceso mediamente del 18% in circa tre settimane, in quelle arancioni del 34% e in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Bonus per i ristoratori, il flop della misura targata Bellanova. Decreto attuativo in ritardo e i pagamenti devono ancora arrivare

prev
Articolo Successivo

Germania, vaccini in ritardo: “L’Italia fa meglio di noi”

next