Tre indizi fanno una prova e “tre cose fanno un prodigio: ingegno fecondo, giudizio profondo e gusto per le cose del mondo”; non è Agatha Christie, ma un altro detective dell’animo umano: Baltasar Gracián (1601-1658), gesuita spagnolo, raffinato scrittore e navigato filosofo. Il suo Oracolo manuale, ovvero l’arte della prudenza è da poco tornato in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Il Festival incartato a Sanremo

prev
Articolo Successivo

La lunga stagione dello s-concerto, ma da Barcellona arriva un’alternativa per i live

next