La peste alle porte. Era il 30 gennaio 2020 – attenti alle date – quando il ministero della Salute informava tutti i presidenti delle Regioni italiane che era in arrivo una pandemia simile a quella della peste: “Il nuovo virus, pur essendo per il momento classificato come di tipo B quanto a pericolosità (al pari […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Nasce Covidleaks.it, la piattaforma per segnalare dati (in forma anonima)

prev
Articolo Successivo

Pazienti dirottati nelle Rsa: Torino, primi 8 indagati

next