È l’unico giornalista in una prigione di massima sicurezza a Londra per aver rivelato crimini di guerra. Il primo incriminato, nella storia Usa, che rischia 175 anni di galera. Eppure in una votazione al Parlamento europeo per approvare la relazione annuale sui diritti fondamentali, in 408 hanno bocciato un emendamento a protezione di Julian Assange. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Cento luoghi di-versi”: le pezze al culo del Paese meraviglioso

prev
Articolo Successivo

Processo Raggi, verso la sentenza il 14 dicembre

next