C’è chi, come i medici, muore sul campo per tener fede al giuramento di Ippocrate e chi è precettato in fabbrica per il bene comune. Ma poi c’è pure chi, nonostante l’alto valore del suo ufficio (e gli stipendi stellari), di andare al fronte non ci pensa proprio: dopo giorni di dibattito su “voto a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Bolzano, i furbetti della bandana “antivirus”

prev
Articolo Successivo

Se il virus farà rinviare Tokyo 2020, Malagò&C. salveranno le poltrone

next