Un giorno sei praticamente dipendente di una società pubblica, il giorno dopo ti ritrovi a essere licenziato perché il datore – intanto diventato privato – ha perso un appalto (pubblico). Il capovolgimento non è stato proprio così rapido, ma poco ci manca. A pagare il conto sono 38 lavoratori di RetItalia. Ieri, per loro, è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Grandi opere, dalle promesse elettorali a nuovi piani flessibili

prev
Articolo Successivo

Il cellulare può accorciarti la vita. “Nesso col tumore”

next