Sudore, tenacia, capacità, un pizzico di faccia tosta e incoscienza, e improvvisamente, a trent’anni, Stefano De Martino non fa più di cognome BelenRodriguez (tutto attaccato). Lanciato su Rai2 da Carlo Freccero, ha prima condotto Made in Sud e poi Stasera tutto è possibile al posto di Amadeus (“Ho passato l’estate a studiarlo, poi ho lasciato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Lo champagne di Stalin per stare al passo col mondo

prev
Articolo Successivo

“Ci amiamo meno, ci consoliamo con il pollo fritto e i film porno”

next