La parola chiave è sovracapacità (overbanking). È il problema che, insieme alla richiesta di rendimenti più alti da parte degli azionisti, ha scatenato l’ultimo dramma bancario italiano. Alla presentazione del nuovo piano industriale Team 23, ieri l’amministratore delegato di UniCredit Jean Pierre Mustier ha annunciato l’ennesimo taglio della forza lavoro pari al 10% nei prossimi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Aramco si quota, la posta in gioco della più grande privatizzazione della storia

prev
Articolo Successivo

L’austerità fa male alla salute e al Servizio sanitario

next