Il più furibondo è Emmanuel Macron, ma anche Ursula von der Leyen esce ammaccata dalla bocciatura di Sylvie Goulard a commissaria europea. Il Parlamento europeo riunito in comitato, l’ha infatti respinta a schiacciante maggioranza con 82 voti contro 29 e 1 astenuto. Non sono stati solo i “sovranisti” o le forze di opposizione, Gue e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Ora ci sono 450 milioni per l’ambiente. Le cose scomparse? Torneranno tutte”

prev
Articolo Successivo

“Il Parlamento europeo ha avuto coraggio: non siamo più agli ordini dei capi di Stato”

next