In bilico

Carige, il salvataggio non basterà: la banca svuotata dalla “cura”

L’aumento di capitale appeso alla decisione del socio forte Malacalza. Dopo la maxi operazione, però, resterà un istituto ingessato da ingenti perdite, margini in calo e prestiti fermi

Di Fabio Pavesie Ferruccio Sansa
18 Settembre 2019

Perdite di 770 milioni previste per il 2019 tra svalutazioni di crediti malati da cedere in blocco a Sga e penali per circa 250 milioni. L’aumento di capitale di Carige metterà a posto i conti, ma in buona parte si volatilizzerà subito. Ammesso che la decisiva assemblea di venerdì dia il via libera all’operazione. L’alternativa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui