Alla prima domanda – avvisiamo il professor Marco Revelli – bisogna rispondere con sincerità. Il quesito, nel giorno dello scioglimento della riserva e dei ministri – è se lui credeva o no al buon esito di questa crisi. “Sì, pensavo che ce la facessero. Anche se – vista la richiesta di franchezza – temevo la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Grillo vero politico, il premier leader e il Colle “socratico”

prev
Articolo Successivo

Stadi razzisti. Lettera degli ultras a Lukaku: tolta l’indifferenza, siamo al ridicolo

next