Settembre, andiamo, è tempo di lottare. Dopo un’estate di disastri ambientali – dallo scioglimento accelerato dei ghiacciai agli incendi in Siberia fino all’Amazzonia in fiamme – gli attivisti ambientali si preparano a dare battaglia, sostenendo e facendo pressione sui paesi che prenderanno parte al summit Onu sul clima del 23 settembre, a cui parteciperà anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“I pesticidi nel bacino del Po”: rifornisce 20 milioni di italiani

prev
Articolo Successivo

Nessuno mi può regolare: capitalismo contro politica

next