Londra. Paddington Station. Un sussulto e il treno si avvia. Un ragazzo con gli occhi di velluto e una scolaretta siedono l’uno di fronte all’altra. L’atmosfera è fresca, leggera. Chiacchierano del più e del meno: lui fa qualche battuta, lei sorride. “Mi vuoi sposare?”, le chiede all’improvviso. Lei scoppia a ridere. ‘È uno scherzo’, pensa. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Brexit, gli industriali tedeschi chiudono la porta

prev
Articolo Successivo

Non cade dal cielo, però la manna è ancora un miracolo

next