Sarà pure sommamente esecrabile il Matteo Salvini del Papeete Beach, ma quanto a panze esibite sul bagnasciuga dove li mettiamo allora i consistenti girovita di Romano Prodi, Beppe Grillo, Antonio Di Pietro (o per difetto, l’impressionante intelaiatura marina di Piero Fassino)? Ok, l’inno di Mameli con le cubiste leopardate non s’era mai visto e sentito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il Partito degli Affari Pd-FI: sì al Tav per scansare le urne

prev
Articolo Successivo

La grande paura che scuote il M5S: l’incubo di Salvini che fa la crisi per il voto a ottobre

next