La guerra diplomatica tra la Catalogna indipendentista e il governo spagnolo arriva a Bruxelles e mette in discussione la candidatura di Josep Borell ad Alto Rappresentante dell’Ue per gli Affari esteri. Già presidente dell’Europarlamento, catalano ma difensore dell’unità del Paese, il ministro degli Esteri spagnolo potrebbe veder sfumare la successione a Federica Mogherini per via […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“O Europa o morte”. Ursula fa la sinistra, ma si salva con Conte

prev
Articolo Successivo

“Al Metropol accordo concreto”

next