Salvini e mezza Italia la volevano in galera. Ma ora è Carola Rackete a meditare se spedire in tribunale gli italiani. La querela per il Capitano leghista è pronta. Il reato? Diffamazione e istigazione a delinquere, ha annunciato Carola. Salvini è spavaldo: “Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca!”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Salvini bacia a occhi aperti, come Arena in “Scusate il ritardo”

prev
Articolo Successivo

Da Fiat fino a Fca: 120 anni nei giorni della disillusione

next