Roberto Tartaglia, 37 anni, il più giovane dei pm che ha sostenuto l’accusa nel processo sulla Trattativa Stato-mafia a Palermo, dopo l’approvazione del Csm, ha lasciato la Procura per fare il consulente della Commissione parlamentare antimafia e si è insediato alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci. Lo abbiamo incontrato. Dottor Tartaglia, di cosa si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La “rivoluzione” ambientalista nelle urne europee

prev
Articolo Successivo

Mantova, le chat del sindaco Palazzi: “Una giunta senza conflitti di interessi non è una giunta”

next