Sui numeri Antonio Banderas e Pedro Almodóvar non vanno d’accordo. Per l’attore, il protagonista di Dolor y gloria “è al 90% Pedro”, mentre il regista offre due varianti: “Nella realtà, mi corrisponde al 40%; in una realtà più profonda, al 100%. Diciamo così, tutto quel che c’è nel film che non ho vissuto in prima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Senza stipendio, ora sono i docenti a occupare l’istituto musicale

prev
Articolo Successivo

“Io, Cenerentola, ho preso il posto di una grande étoile”

next