Leggiamo sui siti di autorevoli testate (Corriere) che è appena partito un “progetto innovativo” consistente nel “raccontare lo sterminio nazista su Instagram trasformando in post e filmati il contenuto dei diari di una 13enne morta ad Auschwitz”; cosa che ha avuto pure “il plauso del premier israeliano” Benjamin Netanyahu, che è come dire il sigillo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Viterbo, ora rischia anche chi ha avuto i video dello stupro

prev
Articolo Successivo

Concorsi truccati, la Procura genovese indaga su Firenze

next