Settant’anni fa, il 4 maggio 1949, l’aereo del Grande Torino si schiantava contro la basilica di Superga. Morirono tutti, “sconfitti solo dal fato” come si disse. Due anni prima il capitano granata, Valentino Mazzola, aveva voluto a tutti i costi giocare una partita a Casale Monferrato per onorare i partigiani e la Resistenza: un atto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Quello che… i Michele Serra non dicono

prev
Articolo Successivo

Bye bye “Madamine apolitiche”. Ora fanno politica col Chiampa

next