Circa settecento accompagnatori turistici dell’aeroporto di Roma Fiumicino rischiano il lavoro. Alcuni di loro lo hanno già perso, per tutti gli altri sarà questione di mesi. Una crisi inaspettata che è scattata a metà febbraio, dopo una decisione presa dalla società Aeroporti di Roma su impulso delle autorità aeroportuali: questi operatori non potranno più essere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Autobrennero, lo Stato ricattato dai politici locali

prev
Articolo Successivo

Sistema Montante, “soldi di Banca Nuova per pagare 007 e spie dei servizi segreti”

next