La diserzione della classe industriale

La diserzione della classe  industriale

Nove anni fa, quasi negli stessi giorni, la Fiat annunciò la chiusura della fabbrica siciliana di Termini Imerese e l’Alcoa, colosso americano dell’alluminio, fece sapere che si voleva sbarazzare dello stabilimento sardo di Portovesme. Due storie drammaticamente parallele, di cui ci occupiamo in questo numero del Fatto Economico, che si distinguono per un dettaglio tragicamente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.