Trucchi e intese d’oro anche per i nuovi vertici Anas

Nel primo Cda si assicurano maxi retribuzioni. Nel verbale c’è pure il “finto” licenziamento dell’ex ad
Trucchi e intese d’oro anche per i nuovi vertici Anas

Altro che fine dello stipendificio Anas, come aveva annunciato speranzoso il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli. Nell’azienda pubblica delle strade la cura del proprio reddito rimane l’attività prediletta dai dirigenti. Anche la coppia di nuovi capi, il presidente Claudio Gemme e l’amministratore delegato e direttore generale Massimo Simonini, non si sottrae a prassi consolidata. Alla prima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.