Crediti bolliti, diamanti, cause: gli ispettori della Bce in Mps

Il Monte si prepara ad annunciare il ritorno all’utile, dopo aver ridotto l’accantonamento per possibili perdite. E intanto la vigilanza europea indaga sui bilanci
Crediti bolliti, diamanti, cause: gli ispettori della Bce in Mps

Domani Mps presenterà i conti 2018, che potrebbero segnare il ritorno all’utile dopo anni di pesanti perdite, ma lo fa sotto ispezione della Banca centrale europea. Secondo alcune fonti, da lunedì 28 gennaio scorso sono scattati controlli della Vigilanza di Francoforte mirati a verificare tre poste di bilancio. Si tratta degli accantonamenti per le perdite […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.