In faccende interminabili come l’Ilva le coincidenze si sprecano. Ora, com’è noto, il ministro Luigi Di Maio, sulla base di un parere dell’Anac che rilevava alcune anomalie nella procedura con cui le acciaierie sono finite ad ArcelorMittal, ha scritto all’Avvocatura dello Stato per averne un parere: la gara va annullata? Stanti le cifre (miliardarie) in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il ministro della propaganda identitaria cerca soldi e staff

prev
Articolo Successivo

Costa mette sotto tutela Raggi e Zingaretti sui rifiuti

next