Credito cooperativo

Bcc, sulla riforma solo ritocchi. Il caso delle banche in crisi

Il ministro del Tesoro Tria difende il testo: non sarà sospeso, come invece auspicavano Lega e M5S. Apertura invece su modifiche e tempi più lunghi

18 Luglio 2018

La riforma delle banche di credito cooperativo non sarà sospesa: subirà solo alcuni “ritocchi”, dando più tempo agli istituti per aderire ai gruppi bancari. Lo ha spiegato ieri in Senato, il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Una decisione non in linea con Lega e M5S, che chiedevano di fermare l’iter con una moratoria ad ampio raggio. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.