“Uccisero Giuliani e ammazzarono un movimento”

“Uccisero Giuliani e ammazzarono un movimento”

Il ricordo di padre Alex Zanotelli è nitido e doloroso: “Genova fu una pugnalata. Non ero lì fisicamente: era il mio ultimo anno a Korogocho (la baraccopoli di Nairobi dove è stato in missione dal 1989, ndr), ma quando mi è arrivata la notizia di Carlo Giuliani è stato tremendo. Avevo messo tanta speranza in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.