Salvatemi dai gabbiani molesti. Gli ubriachi sono più mansueti

Bianchi e alati. Enormi. Ma non erano i re del mare? Ti attendono sotto casa, aggressivi. Ti senti in un film di Hitchcock e vorresti urlare
Salvatemi dai gabbiani molesti. Gli ubriachi sono più mansueti

Sta lì, mezzo nascosto in un angolo. Mi guarda. Mi osserva. Io mi fermo. Faccio una faccia minacciosa. Niente. Sbatto un piede. Niente. Lui non si muove. Continua a rovistare tra i rimasugli della spazzatura, nell’angolo del mio vicolo. Alza il becco. Sbatte le ali bianche. Si muove. Io tremo. Salto. Medito la fuga. Vorrei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.