Quanto è bello Agnelli col naso finto per far ridere la servitù

Ritratto dell’Avvocato “per antonomasia: abbronzato, magro e molto intelligente”
Quanto è bello Agnelli col naso finto per far ridere la servitù

“Il momento più toccante fu quando l’elicottero dell’avvocato si posò dolcemente sul prato antistante l’ingresso principale dell’autodromo, e dall’abitacolo, alto, abbronzato, il viso scavato, i capelli brizzolati uscì Gianni Agnelli, appunto “l’avvocato”, l’avvocato per antonomasia, almeno nel mondo policromo dell’automobilismo italiano. La folla gli corse incontro e l’applaudì a lungo. Si udirono grida di invocazione, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.