Pausania, così fu distrutto da una lettera non scritta

Pausania, così fu distrutto da una lettera non scritta

Tucidide, nel primo libro della Guerra del Peloponneso, racconta di una lettera scritta dal generale spartano Pausania in cui manifestava la sua intenzione di tradire i greci per passare al servizio di Serse, il Gran Re dei persiani. La lettera era falsa, ma Pausania la pagò carissima: condannato a morte, fu costretto a rifugiarsi in un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.