La riserva indiana dei tabagisti, cacciati persino dai fumetti

La riserva indiana dei tabagisti, cacciati persino dai fumetti

Un’estate in fumo: da New York alla Thailandia, dalle spiagge ai fumetti, tutti contro le sigarette. L’ultima risibile crociata contro le bionde è made in Codacons, che ha recentemente sporto denuncia contro Corto Maltese e le sue strisce perché rappresentano “un invito subliminale a fumare”. Secondo l’associazione di consumatori, il pirata-marinaio con la sigaretta sempre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.