Il “posto al sole” dei razzisti nostrani da Ostia a Cortina

Il “posto al sole” dei razzisti nostrani da Ostia a Cortina

Che ambissero a un “posto al sole” lo spiega la Storia, che l’abbiano in parte conquistato – magari non un posto, ma un posticino nei ritagli di giornale dell’estate 2017 – lo dice la cronaca: è stata una stagione nera, di nostalgici della “faccetta nera”, fascisti, razzisti, squadristi e compagnia brutta. Il caso più recente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.