Gunther, un pastore tedesco padrone del Pisa

Gunther, un pastore tedesco padrone del Pisa

Il calcio italiano non si è fatto mancare nulla: nemmeno un presidente cane. Nel 2002, quando comprò il Pisa, l’imprenditore Maurizio Mian accreditò una storia meravigliosa ma falsa, ovvero che il pastore tedesco Gunther avesse ereditato 150 milioni di euro da una nobildonna (tedesca anch’ella). Mian sostenne quindi che il proprietario del Pisa fosse proprio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.