Doccia fredda dall’Ue: il debito non calerà subito

Le stime di primavera: l’Italia verso la promozione sui conti 2016. Il problema è sul 2017
Doccia fredda dall’Ue: il debito non calerà subito

L’Italia non centrerà l’obiettivo di far calare il debito quest’anno a causa di una crescita più lenta di quella prevista dal governo. È la nota stonata inserita nelle attese previsioni di primavera diffuse ieri dalla Commissione Ue. Numeri che prefigurano comunque la promozione al momento in cui – il 18 maggio – Bruxelles stilerà il […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.