Come “Quel bravo ragazzo” uccide la mafia senza aspettare l’estate

Gli spiriti sommi di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia esultano per il film di Enrico Lando con Herbert Ballerina
Come “Quel bravo ragazzo” uccide la mafia senza aspettare l’estate

Gli spiriti sommi di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia dall’alto dei Cieli esultano per Quel bravo ragazzo il film di Enrico Lando con Herbert Ballerina (Luigi Luciano all’anagrafe) da pochi giorni nei cinema. Uccide la mafia senza aspettare l’estate delle commemorazioni ufficiali questa pellicola semplice e facile da arrivare ai cuori schivando la pelosa sociologia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.