“Chiunque sieda in Campidoglio la città così non gira”

“Chiunque sieda in Campidoglio la città così non gira”

Il primo problema di Roma è l’incapacità, soprattutto tra i dirigenti del Comune. E poi certo il malaffare, i rapporti malati tra amministrazione e imprese, una politica debole. Ma Roma si può ancora salvare”. Il magistrato Alfonso Sabella si infervora. Racconta il rosario di guai sgranato nei dieci mesi da assessore alla Legalità nella giunta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.