L’Iniziativa

Uno su due lascia la scuola: ripartiamo dai bambini

Di Cinzia Monteverdi *
22 Gennaio 2023
PER DONARE VAI SU FONDAZIONEILFATTOQUOTIDIANO.ORG

Ripartiamo dai bambini. La Fondazione umanitaria il Fatto quotidiano inaugura il 2023 con un progetto di raccolta fondi dedicato ai bambini di Secondigliano. Grazie a Maddalena Oliva, vicedirettrice del Fatto quotidiano, abbiamo conosciuto l’associazione ASD-Secondigliano e il presidente Vincenzo Strino, già cuore a anima del Larsec. Nel reportage che pubblichiamo a sostegno del progetto, viene bene descritta la condizione di disagio e di abbandono anche culturale, incentivata dall’assenza di aiuti istituzionali, in cui versano i bambini e i ragazzi di quelle zone. L’importanza della Scuola è alla base di tutti gli sforzi preziosissimi che il Larsec e la neonata associazione Asd di Secondigliano compiono da diversi anni costruendo progetti che possano attirare i giovani, evitando che si perdano nelle strade della delinquenza e dell’indifferenza, e diventino così strumento della camorra. Ci siamo dunque concentrati sulla scuola calcio creata dall’associazione il cui motto è: “Studia, partecipa, gioca”. Attraverso lo sport e in particolare il calcio, l’associazione ha certamente l’obiettivo di aggregare questi bambini e aiutare le loro famiglie a educarli e, soprattutto, a non lasciarli soli in quelle strade. Può apparire poca cosa pensare a un campo da calcio, ma in realtà quel piccolo spazio è come le fondamenta di una Scuola primaria e secondaria. Per questo motivo abbiamo ritenuto fosse il progetto giusto per chiedere ai nostri lettori e ai sostenitori della nostra Fondazione di aiutarci. Quando è stato proposto questo progetto alla Fondazione, ci è stato spiegato come tanti bambini e ragazzi, a Secondigliano, non frequentino la Scuola dell’obbligo (uno su due); e se ci pensiamo bene, questa parola, “obbligo”, andrebbe cambiata perché rischia di stridere specie laddove non ci sono le condizioni culturali e sociali per avvertire l’importanza di andare a scuola e di istruirsi, e laddove le istituzioni non solo non riescono a “obbligare” i ragazzi, ma sono dei fantasmi. Allora proviamo a sostenere la partecipazione di questi ragazzi attraverso qualcosa che desiderano e che piace loro fare: il gioco e lo sport, seguiti da un’associazione che cerca, attraverso quel pallone tanto amato, di accompagnarli in un percorso educativo e di avvicinamento agli studi. Si, è decisamente il progetto giusto per Il Fatto Quotidiano. Quindi con grande orgoglio puntiamo dritti a sostenere la riqualificazione del campetto da calcio del Parco Emilia Laudati, per i bambini di Secondigliano. Costruiamo le fondamenta di una Scuola desiderata.

* Presidente Fondazione il Fatto quotidiano

DONA ORA
(Foto di Paolo Manzo)
Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui