In libreria

Non sarà un’avventura: l’emancipazione femminile attraverso le viaggiatrici

Giro del mondo - La scrittrice francese Lucie Azema illustra gli stereotipi maschili che accompagnano (anche) la letteratura di viaggio, nella quale si è “erotizzata” una parte del Pianeta

19 Giugno 2022

Non è – sorprendentemente – un tema affrontato dagli studi femministi. Forse perché il viaggio “è visto come un plus della vita, qualcosa di cui occuparsi una volta appianati tutti gli altri (tanti) problemi delle società patriarcali”. Eppure, nota la scrittrice francese Lucie Azema nel libro Les femmes aussi sont du voyage (Donne in viaggio. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui