Matteo Salvini non ha commesso alcun reato nella gestione dei migranti trattenuti a bordo di Nave Gregoretti. È scritto nelle motivazioni con cui il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Catania, Nunzio Sarpietro, ha stabilito a maggio il non luogo a procedere nei confronti dell’ex ministro dell’Interno che era imputato di sequestro aggravato di persona […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

Mamma Camorra e la “sua” catena di hotel di lusso

next