Uzra va orgogliosa del proprio nome perché è lo stesso della prima donna afgana, di etnia hazara, diventata sindaco. Quando nel 2009, otto anni dopo l’inizio della guerra statunitense contro il regime dei talebani fiancheggiatori di Bin Laden, Uzra Jafari fu nominata prima cittadina di Nili, nel centro montuoso del paese, la sua omonima aveva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Carcere e minacce non ci fermano più Cuba ora è alla svolta”

prev
Articolo Successivo

Spd-Cdu: la sfida della ricostruzione

next