Berlino vuole ricorrere al piano di ricostruzione usato già per l’alluvione del 2002. Ma mentre si contano ancora le vittime, molti si chiedono se la tragedia poteva essere evitata. Molti miliardi e molto tempo. E anche moltissima meticolosità. È quello che servirà per la ricostruzione dei Länder divorati dal fango dei fiumi ingrossati dai diluvi, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Iniziato il grande esodo dal regime dei Talebani

prev
Articolo Successivo

Valigie che volano, torte e la lucertola che fa lo strip-tease

next