Dopo la bufera solo silenzio nella speranza che lo scandalo fosse presto dimenticato. Ma per quegli strani tornanti della storia che tanto strani non sono, il caso è destinato a tornare sotto ai riflettori: sarà lui a decidere se al colosso delle costruzioni Webuild e alle altre aziende del consorzio Eurolink spettano le salatissime penali […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Antiriciclaggio: Italia maglia nera, ma vuole la sede dell’Autorità Ue

prev
Articolo Successivo

“Assalto all’eredità di Savoretti: atti falsi per la villa di Jack”

next