“Dieci anni fa, il 12 giugno del 2011, 26 milioni di italiani si sono pronunciati per cancellare la normativa che induceva alla privatizzazione nella gestione del servizio idrico, e il relativo profitto. Ma, siccome i referendum in Italia sono di natura abrogativa, senza una legge del parlamento, ci ritroviamo oggi, nel 2021, con la stessa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Siamo nel bel mezzo di una crisi climatica, la gestione ai privati è una catastrofe

prev
Articolo Successivo

Il Fatto di domani. Conte-Casaleggio, verso l’accordo sugli iscritti. Li chiamavano “furbetti”: ecco i lavori da fame degli stagionali

next