Dietro le relazioni pericolose di Antonio Di Fazio, l’imprenditore milanese indagato per violenza sessuale, si disegna l’attuale rete del potere della ’ndrangheta nel capoluogo lombardo. Il nuovo capitolo della storia, come ricostruito dal Fatto, illustra i rapporti di forza tra due cosche influenti e inizia pochi anni fa, quando un conoscente di Di Fazio si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Lite con Bonomi, l’eterno Palenzona lascia Aiscat

prev
Articolo Successivo

Il Baggio di Netflix: karma & Martufello

next