In meno di tre ore, il sostituto procuratore di Milano Paolo Storari ha spiegato il suo ruolo nella vicenda dei verbali segreti usciti dalla Procura milanese, rispondendo alle domande dei magistrati di Roma che lo stanno indagando per rivelazione del segreto d’ufficio. Il procuratore Michele Prestipino, con i sostituti Rosalia Affinito e Fabrizio Tucci, lo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Davigo: “Ho dato i verbali al vicepresidente Ermini”

prev
Articolo Successivo

Le olimpiadi della Lega: poltrone da record. Segretarie, commercialisti e amici di…

next