“Una farfallina! Qui tutte le emozioni sono benvenute!”. Mascherina glitterata sugli occhi, lingerie di pizzo rosso, la gioia del sesso casalingo col marito e una videocamerina amatoriale. Nessuna pornostar, ma una semplice professoressa di Storia di liceo, donna libera e disinvolta, consapevole che la vera pornografia abiti altrove, ad esempio nelle ipocrisie dei benpensanti incapaci […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Pronto, sono Albert”: le confessioni di Einstein

prev
Articolo Successivo

Salvatores dirigerà Servillo in “Il ritorno di Casanova”

next