Una piattaforma pronta e funzionante scartata; un mese perso senza pianificare una decente campagna vaccinale; una scelta “autarchica” dal costo di 22 milioni di euro, che si rivelerà il peggiore autogol. Il tutto condito con una lunga serie di bugie. È la storia contenuta nella relazione che l’amministratore unico della spa regionale Aria, Lorenzo Gubian, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

AZ “raccomandato” solo agli over 60. A rischio i richiami

prev
Articolo Successivo

“Mia moglie malata e senza dose: il sistema è allucinante”

next