Via un leader, se ne fa un altro. Ci vogliono meno di 24 ore perché il Pd passi dallo psicodramma delle dimissioni di Nicola Zingaretti, che – pur se annunciate – hanno bruciato sul tempo gli avversari, a quello di un salto nel buio, in cui ciascuno rischia di perdere pezzi di potere. Perché più […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Vignetta di Vauro

prev
Articolo Successivo

Il disastro giallorosa battezza il governo Draghi-Salvini (e B.)

next