Cavalcavia senza manutenzione e rischio “urgente per il crollo”, da mettere in “grave pericolo le persone in transito”. Una situazione preoccupante che ha spinto la Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, diretta dal magistrato Emanuele Crescenti, a chiedere il sequestro preventivo di 22 cavalcavia del tratto autostradale A20 Messina-Palermo, di proprietà del Consorzio Autostrade Siciliane, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Carte Delle Chiaie: possibili contatti Stato-ultradestra

prev
Articolo Successivo

La derrata mia, la derrata tua

next